Antiche tradizioni atriane
156ª Fiera della Pastorizia – Atri (TE)

Si è regolarmente svolta una delle manifestazioni che più attinge alla nostra cultura contadina e artigiana, Antiche Tradizioni Atriani, evento che ha animato i giorni del Ferragosto tra cultura, tradizione e folklore.
Per tutte e cinque le giornate della manifestazione è stato possibile visitare la Fiera Boaria e la Fattoria Didattica allestite presso il Belvedere Vomano di Capo D’Atri, iniziative che hanno riscosso molto successo soprattutto tra i più piccini attratti dai bellissimi buoi e vitellini, ma anche dai coniglietti e dei vari animali da cortile che solitamente non vedono in città.
I “Fondaci” di Capo D’Atri saranno stati aperti per ospitare artigiani e artisti locali che hanno dato dimostrazioni del loro lavoro ai visitatori e hanno messo in vendita le loro produzioni.
Moltissimi i curiosi e soprattutto i turisti che dalla costa si sono appositamente spostati per girare tra gli splendidi vicoli di Atri.
Si è regolarmente svolta la 41ª Sfilata dei Carri Folkloristici trainati dai buoi, che ha richiamato una folla di migliaia di persone, turisti in particolare, che sono rimasti affascinati sia dalla bellezza dei carri magnificamente allestiti, sia dalla bellezza dei buoi, addobbati per l’occasione, sia dalla suggestiva Rievocazione della Leggenda del Bue di San Zopito che si è inginocchiato davanti al Duomo di Atri, come da tradizione.
La perfetta realizzazione della sfilata è stata possibile grazie al lavoro di tutte le aziende, le Associazioni e i privati chiamati alla sua realizzazione, ovvero grazie ai diversi proprietari e conduttori che hanno preparato e condotto ad arte i buoi, ai proprietari dei carri che li hanno magnificamente allestiti e all’Associzione Laccio d’Amore che ha animato con canti e balli la sfilata.
Il “ferragosto atriano” si è concluso, con l’esibizione di diversi gruppi folkloristici che hanno animato con canti e danze tradizionali abruzzesi la Piazza Duchi D’Acquaviva.
Inoltre, nel bellissimo Largo Forosetto si è svolta tutte le sere concerti di musica folkloristica, con ritmi che vanno dalla pizzica al salterello e una mostra mercato con artigiani e produttori di prodotti locali.