Verso San Gabriele dell'Addolorata
Cosa Fare

Tipologia: Itinerari religiosi
Comune di partenza: Teramo   Provincia: Teramo
Comune di arrivo: Teramo   Provincia: Teramo
Lunghezza percorso: 40 km
Tempo di percorrenza: 0,3 h

Fruibilità:
Orario sante messe:
Giorni feriali: ore 7 / 8 / 9.30 / 11 / 16 / 17 (da marzo a ottobre anche alle ore 18)
Giorni festivi: ore 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 16 / 17 / 18 (da marzo a ottobre anche alle ore 19)

Confessioni: il santuario dispone di una moderna cappella della Riconciliazione con 30 confessionali
Giorni feriali: 7 - 12 e 15.30 - 18.15 (nei giorni feriali sono disponibili 10 sacerdoti per le confessioni)
Giorni festivi: 7 - 13 e 15.30 - 19.30 (nei giorni festivi sono disponibili dai 20 ai 30 sacerdoti per le confessioni)

Orario di apertura del santuario:
Estivo (marzo-ottobre): 6 - 13 e 14.30 - 19.30
Invernale (novembre-febbraio): 6 - 13 e 14.30 - 18

Visite guidate: i gruppi che desiderano una visita guidata ai luoghi del Santo ed al Santuario possono rivolgersi in sagrestia. La direzione del santuario prega i responsabili dei gruppi di preavvisare telefonicamente o compilando l'apposito modulo di segnalazione del proprio arrivo.
Orario sante messe:
Giorni feriali: ore 7 / 8 / 9.30 / 11 / 16 / 17 (da marzo a ottobre anche alle ore 18)
Giorni festivi: ore 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 16 / 17 / 18 (da marzo a ottobre anche alle ore 19)

Confessioni: il santuario dispone di una moderna cappella della Riconciliazione con 30 confessionali
Giorni feriali: 7 - 12 e 15.30 - 18.15 (nei giorni feriali sono disponibili 10 sacerdoti per le confessioni)
Giorni festivi: 7 - 13 e 15.30 - 19.30 (nei giorni festivi sono disponibili dai 20 ai 30 sacerdoti per le confessioni)

Orario di apertura del santuario:
Estivo (marzo-ottobre): 6 - 13 e 14.30 - 19.30
Invernale (novembre-febbraio): 6 - 13 e 14.30 - 18

Visite guidate: i gruppi che desiderano una visita guidata ai luoghi del Santo ed al Santuario possono rivolgersi in sagrestia. La direzione del santuario prega i responsabili dei gruppi di preavvisare telefonicamente o compilando l'apposito modulo di segnalazione del proprio arrivo.
Orario sante messe:
Giorni feriali: ore 7 / 8 / 9.30 / 11 / 16 / 17 (da marzo a ottobre anche alle ore 18)
Giorni festivi: ore 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 16 / 17 / 18 (da marzo a ottobre anche alle ore 19)

Confessioni: il santuario dispone di una moderna cappella della Riconciliazione con 30 confessionali
Giorni feriali: 7 - 12 e 15.30 - 18.15 (nei giorni feriali sono disponibili 10 sacerdoti per le confessioni)
Giorni festivi: 7 - 13 e 15.30 - 19.30 (nei giorni festivi sono disponibili dai 20 ai 30 sacerdoti per le confessioni)

Orario di apertura del santuario:
Estivo (marzo-ottobre): 6 - 13 e 14.30 - 19.30
Invernale (novembre-febbraio): 6 - 13 e 14.30 - 18

Visite guidate: i gruppi che desiderano una visita guidata ai luoghi del Santo ed al Santuario possono rivolgersi in sagrestia. La direzione del santuario prega i responsabili dei gruppi di preavvisare telefonicamente o compilando l'apposito modulo di segnalazione del proprio arrivo.

Da vedere:
ISOLA DEL GRAN SASSO: tutto il nucleo antico del paese è accogliente e suggestivo, con il suo aspetto di borgo fortificato, con i bei palazzi nobiliari e con le preziose chiese.
CASTELLI: tutta la vita del paese ruota intorno all'arte della ceramica e sarà interessante visitare le antiche botteghe dove i colori si preparano ancora secondo antiche alchimie ed i pezzi vengono cotti nei forni di pietra.

Da gustare:
Nel teramano la devozione a San Gabriele si sposa con la devozione gastronomica per la "porchetta" che si gusta con un fragrante panino, dopo aver ascoltato la messa e praticato la confessione. Fuori dal Santuario, infatti nell'ampio piazzale sono posizionati numerosi ambulanti che offrono la prelibata Porchetta di Colledara.

Descrizione:

La devozione per San Gabriele, “il Santo dei miracoli”, il “santo del sorriso”, il “santo dei giovani”, si diffonde in queste valli ai piedi del Gran Sasso, tra gente umile pervasa da atavico senso religioso, dall’alba del 27 Febbraio 1872 quando il giovane passionista Francesco Possenti muore in odore di santità nel piccolo convento di  Isola del Gran Sasso. Ancor prima del riconoscimento ufficiale di beatificazione, la fede popolare aveva incoronato fra Gabriele dell’aureola di santità, recandosi sulla sua tomba (ancora oggi visibile all’interno della Basilica Vecchia), facendovi addormentare i malati ed invocando miracoli. Miracoli che sono accaduti, in maniera anche eclatante come grazie e guarigioni,   e che poi sono stati riconosciuti dal Tribunale del Sant’Uffizio. Il culto di San  Gabriele così è cresciuto, alimentato da una fede semplice e radicata ma anche dal legame con la terra natale che i milioni di emigrati d’Abruzzo e via via di ogni regione d’Italia, hanno intrecciato proprio con il giovane santo e col santuario alle pendici del Gran Sasso. 
Oggi, accanto al Santuario storico, sorge una moderna Basilica e l’intero complesso è meta incessante di pellegrinaggi, arrivando a contare fino a due milioni di persone ogni anno. Molteplici sono le iniziative religiose che qui trovano attuazione, ma tanti sono anche gli appuntamenti di natura culturale, artistica, sociale.
Una visita è, perciò, occasione di intimo raccoglimento per il credente oppure di fecondo interesse per chi invece sia attratto dalla conoscenza delle forme della religiosità diffusa e popolare, da chi voglia ammirare le prestigiosissime opere della Biennale d’Arte Sacra allestita tra le sale della nuova Basilica, da chi intenda osservare le forme dell’architettura moderna in contrasto con quella neoclassica delle due basiliche, da chi voglia semplicemente partire da qui per raggiungere le bellissime località montane che coronano il territorio di San Gabriele.

 Il santuario di San Gabriele è situato in posizione geografica privilegiata, non solo per la collocazione ambientale ma anche per la vicinanza a collegamenti viari che lo annoverano, di fatto, al centro di un ideale itinerario escursionistico religioso. Esso sorge ad appena 3 chilometri dall'autostrada A24 Roma-Teramo e a 40 chilometri dall'autostrada adriatica A14. Il santuario si raggiunge in 90 minuti da Roma, altrettanti da Loreto e 180 minuti da San Giovanni Rotondo.
Volendolo collocare al cuore di una specie di viaggio abruzzese della religiosità, ecco che dal Santuario di San Gabriele  in 20 minuti si raggiunge Teramo, dove si può visitare il Duomo duecentesco, in 30 minuti si arriva a L'Aquila, dove è possibile visitare l’abbazia di Collemaggio; in 70 minuti si può raggiungere Lanciano (CH), sede di un famoso miracolo eucaristico; oppure la vicina Fossacesia (CH) con la celebre abbazia di San Giovanni in Venere e Manoppello (PE) che conserva il Volto santo.
Se le escursioni, invece, hanno una finalità ambientale, da qui in 15 minuti si può raggiungere il Parco nazionale del Gran Sasso; con lo stesso tempo si raggiunge il caratteristico paese di Castelli, famoso nel mondo per la produzione di ceramiche artistiche; oppure, in 30 minuti si arriva alla base della funivia di Campo Imperatore (AQ), da dove partono le moderne sciovie. Senza dimenticare le località sciistiche del teramano come Prati di Tivo, nel comune di Pietracamela  e Prato Selva nel comune di Fano Adriano.



Link utili:
Municipio: Piazza Contea di Pagliara 0861.975926
Ente Parco Nazionale Gran Sasso - Monti della Laga 0861.975080

http://www.tendopoli.it
Il sito della Tendopoli
Rettore del Santuario
64048 S. Gabriele (TE)
Tel. 0861/97721 - Fax 0861/9772520
E-mail: sangabriele@sangabriele.org

Ufficio sacrestia
64048 S. Gabriele (TE)
Tel. 0861/97721 - Fax 0861/9772520
E-mail: sangabriele@sangabriele.org

Ufficio stampa Santuario
64048 S. Gabriele (TE)
Tel. 0861/97721 - Fax 0861/976037 - cell. 348/4755206
E-mail: sangabriele@sangabriele.org

L’Eco di san Gabriele – Ufficio diffusione
64048 S. Gabriele (TE)
Tel. 0861/975924 – Fax 0861/975655
E-mail: rivista@ecosangabriele.it - Internet: http://www.ecosangabriele.it

Fondazione Stauròs Italiana Onlus - Museo Stauròs d’arte Sacra
contemporanea
64048 S. Gabriele (TE)
Tel. 0861/975727 – Fax 0861/9772520
E-mail: stauros@tiscali.it - Internet: http://www.stauros.it